I nostri atleti nelle gare internazionali dal 17 al 19 febbraio

buzzi-torunVancouver, Canada 17 /20 febbraio 2017 Coppa del mondo assoluti di spada maschile.
Trasferta sfortunata per Lorenzo Buzzi e Andrea Vallosio, entrambi fermati nel primo turno 15418348_737753633046181_4158551580063700920_opreliminare sconfitti rispettivamente dal canadese Marc Blais-Belanger 15-13 e dal tedesco Rico garozzo-enrico-900x600Braun sempre 15-13. Nei gironi Lorenzo otteneva 2 vittorie su 6 e Andrea 3 su 6.
Da segnalare nella gara a squadre il posto della squadra (Pizzo, Fichera, Garozzo, Santarelli) seguita dal maestro Chiadò. Il bronzo è stato ottenuto superando la Francia con il punteggio di 45-38.

16730683_10156162021613018_3464454954764503464_nUdine, 17/18 febbraio 2017, Coppa del mondo Giovani.
Erano presenti per l’Accademia Scherma Marchesa 8 atleti suddivisi tra la spada maschile e quella femminile. 16707668_10156162651488018_381792040273835447_oNella gara maschile migliore dei nostri Daniel De Mola che si è classificato al 23° posto. Seguono Amedeo Zancanella (41°), Federico Marenco (45°), Giulio Gaetani 72° e Luca Diliberto 95°.
26° dopo i gironi con 4 assalti16826145_10156162104443018_7224759192531875573_o vinti su 6 Daniel  superava il tedesco Marco Birkenmaier 15-6 per i 64, il connazionale Federico Guerra 15-10 per i 32 ma nell’assalto valido per i 16 16682013_10156158191303018_8839002266755386928_nveniva fermato sul 11-15 dall’ungherese Tibor Andrasfi (fermato poi solo in finale dall’azzurro Valerio Cuomo).
Nella gara femminile Cecilia Varengo termina la gara in 26^ posizione, dietro a lei si classificano Costanza Comitini (48^) e Lucia Di Sarno (49^).
40^ 16804436_10156158626088018_4938891832560215232_odopo i gironi con 4 vittorie su 6 assalti Cecilia aveva la meglio sulla venezuelana Betyumil Posada 14-9 nel turno per le 64, poi in quello successivo era la francese Diane Von Kerssenbrock a uscire sconfitta col punteggio di 15-11. Purtroppo la gara di Cecilia finiva con l’assalto valido per le 16, sconfitta dalla russa Marina Kesaeva 15-7.

Foto Bizzi/Trifiletti

 

 

 

Scrivi un commento